mercoledì 8 luglio 2009

Primo ciak

PrGiustificaoprio non me ne riesco a fare una ragione: il periodo estivo, per me, è sempre carico di incertezze, inquietudini e vuoti d'animo che non dovrebbero avere ragione di esistere se non a causa della mia ormai consueta lentezza universitaria che però, in compenso, porta ottimi frutti a livello qualitativo. Che paradosso...continuare ad essere lenti ma più che soddisfacenti, o rapidi ma senza un briciolo di comprensione verso quello cui ci si trova di fronte? Non saprò mai rispondere con precisione, presumo. Istintivamente, almeno per qanto riguarda le mie capacità, mi tengo stretta, per il momento, ancora la prima opzione. Ma fino a che punto conviene, in questa realtà? Non ne posso più...l'unica scelta plausibile, forse, è andare comunque avanti. Prima o poi finirà...finirà...
Ma un briciolo di riflessione positiva arriva sempre a "tuzzuliare" alla porticina del cervelletto che, intanto, ha già comunicato al petto una scarica voltaica non indifferente di telluriche e negative pulsazioni cardiache. I fratelli Di Gerlando, i registi del mio primo film ufficialmente sceneggiato, "C' era una volta il cinema" (www.ass-sanremocinema.it), hanno inserito su Youtube, questo enorme universo mediatico, un filmatino di un paio di minuti che si occupa di documentare la prima giornata di riprese. Non saprei descrivere la gioia che provo nel vedere e rivedere quelle immagini (è la mia sceneggiatura, qualla roba che hai in mano?!) che, più di qualsiasi altra cosa, in questo preciso istante, mi suggeriscono la viva possibilità che vede me, si spera, almeno per il momento, un passo al di fuori dell'area rossa dal nome in codice "fallimento". Se voler svolgere la professione cinematografica, in qualsiasi settore, dal portacaffè al regista, vuol dire soffrire, attimo dopo attimo, la totale assenza di certezze e stabilità, allora accetto definitivamente, pur soffrendo come un cane bastonato e senza riuscire a chidere mezzo occhio, di portare questa stramaledetta croce: è l'unica cosa che so fare.
Allego, di seguito, il suddetto filmato, anche solo per la serenità di poterlo avere un po' di più a portata di mano.

video

Nessun commento:

Posta un commento