mercoledì 26 gennaio 2011

Come Silvio comanda

Quale docile brezza aleggia nell'aere mattutino al leggere simil notizia. Altro che puttanaio: nella memoria difensiva le serate di Arcore diventano "il ballo delle debuttanti". Si...e sulla Salaria giocano a scopone scientifico e abbrustoliscono salsiccie al fuoco dei copertoni. "Disgustoso", "spregevole", "turpe" e "ripugnante" dovrebbe essere un atto di autoconsiderazione del Presidente del Consiglio, non una pubblica offesa attraverso pubblico mezzo di comunicazione (e la Minetti, ricordate, è la madre di tutte le "lingue"). Ma tanto, ormai, ce ne siamo fatti una ragione. Uno dei tanti fatti rimane sempre e comunque lo stesso: io, se vado a puttane, a momenti mi arrestano. È stressato, il poveretto. Lasciatelo stare, povero cucciolo indifeso. Guardiamo oltre. Si, fosse facile...

È stato strabiliante il finto intervento di Crozza-Bersani ieri sera a Ballarò, sulla scia satirica dei recenti comportamenti del Grande Capo Mazza Nera. Intimava al centrista Tabacci di andare via. Magari dal Bersani vero venissero fuori toni di questo tipo (non nel cacciare gente, ovvio, ma nell'affermare una posizione solida, decisa e soprattutto univoca col resto del partito, simil-alleati compresi. Una chimera?).

Come se niente fosse, Silvio comanda e discepolo risponde. Masi prepara la guerriglia per far saltare Annozero. Ancora. Anche se stavolta, siccome si cadrebbe, agli occhi di tutti (almeno di quelli che vogliono davvero vedere), nel plateale e, soprattutto, nel ridicolo qualora si decidesse di compiere un'azione ben più radicale (chiusura immediata), si mira soltanto ad una accurata cernita del pubblico presente. "Se non puoi distruggere il ragionamento, distruggi il ragionatore", mi pare dicesse Travaglio citando forse Montanelli, non ricordo bene. E certo: gli applausi influiscono sull'opinione pubblica. Vogliono scegliersi anche il pubblico. Chi se ne frega se tra quei presenti e aventi diritto di espressione c'è qualche comune e semplice ragazzo che, però, non vede l'ora di stendere verbalmente (e con ragione) al tappeto uno dei soliti cacciaballe conservatori, reazionari e manganellatori che ci governano (chissà quanto legalmente, poi). Il direttore generale della Rai non sorprende affatto. Anzi: a momenti non fa ridere più neanche le iene che ce l'hanno quasi di natura. C'è da piangere di triste compassione per una classe dirigente che veramente non sa più cosa fare per portare ancora un po' di acqua al proprio mulino già diroccato, arido e abitato da poveri animaletti abbandonati al proprio destino. Una sottospecie di Mulino Bianco preso in usufrutto gotico da Steve Sylvester. È bastata una mezza parola da parte del capo dei capi ("orribile") per scatenare l'ira funesta del servo Masi (fino ad ora scagliata come fulmini di Zeus solo per tramite di diffide o squalifiche di qualche turno per Travaglio e Vauro: i più indisciplinati, certo). "Italiani: ladri e camerieri", dice qualcuno in Germania. Fate un po' voi.

Se si disobbedisce non si va in onda. Nessun problema, dunque, per le minchiate al plastico di Bruno Vespa e i salottini di malaffare alla Signorini, il quale, tra le altre baggianate, sembra aver ricevuto ordine supremo di non accettare più intrusioni da parte di scomode mignottelle dalla parola facile (per non dire altro) sfrattate da via Olgettina per lasciare spazio al fondamentale e vitale caso internazionale di Fabrizio Corona (uno che manco capisce le sentenze che gli infliggono...ma non doveva marcire in galera, scusate?) che, pare, sarà difeso dal miglior avvocato che l'alto dei cieli gli avesse mai potuto mandare in terra a miracol mostrare: la mamma.

Ad ogni modo può stare tranquilla sia la Santanchè col suo delicatissimo dito medio che la sua malcurata stirpe di seguaci e protettori: con una qualunque soluzione verrà dedotta senza troppe difficoltà, in modo da non disturbare i nobili signori riscrittori della contemporaneità.

2 commenti:

  1. Una posizione solida da parte del PD è una chimera?

    Questa la tua domanda.

    La mia risposta è sì, il perchè lo trovi qui:

    http://beppegrillo.it/2011/01/innamorato_pazzo/index.html

    RispondiElimina
  2. Ah beh certo. Anche avere qualcuno di sinistra nella sinistra è una chimera da 15 anni almeno...

    RispondiElimina